Un’alimentazione corretta ed equilibrata è alla base di uno stile di vita sano, in grado di apportare numerosi benefici all’organismo durante tutto il suo ciclo vitale. Mangiare bene significa prendersi cura di sé stessi, non soltanto in età adulta ma a partire dagli anni dell’infanzia.

Cibi genuini e alimenti ricchi di principi nutritivi sono i cardini dell’alimentazione dei bambini ed anche dei lattanti. Sono proprio loro ad avere un maggiore fabbisogno lipidico per cui è richiesta la giusta assunzione di acidi grassi. 

Questi servono alla costruzione delle membrane ed evitano problematiche di salute che potrebbero manifestarsi nella crescita come alterazioni del metabolismo e della cute.

Il bambino ha bisogno di un’alimentazione che includa in prevalenza acidi grassi monoinsaturi che comprenda anche nella misura del 10% i grassi polinsaturi ed è per questa ragione che l’alimento che non può mancare nella dieta di un bambino, anche molto piccolo, è l’olio extra vergine di oliva. 

L’olio extra vergine di oliva è molto simile al latte materno

L’ olio extra vergine di oliva è ritenuto l’alimento più simile al latte materno. I suoi acidi grassi essenziali e la presenza dell’acido linoleico in misura identica lo rendono un alimento completo che favorisce lo sviluppo cerebrale ed è utile per la mielinizzazione delle fibre nervose. L’olio EVO è molto digeribile e anche nei bambini è un prezioso alleato della funzione gastrica e della funzione intestinale tanto che previene la stitichezza.

I piccoli nella fase dello svezzamento passano da un’alimentazione fatta di latte e biscotti a cibi diversi e più consistenti che devono poter assimilare e digerire con facilità. Per questo le prime pappe e gli omogeneizzati vanno conditi con un filo di olio d’oliva, che favorisce l’assorbimento delle vitamine liposolubili come la D, la E, la A e la K. 

L’olio extra vergine di oliva rappresenta la principale fonte di grassi per la salute secondo la dieta mediterranea. Gli acidi grassi, insieme alle sostanze antiossidanti come polifenoli e vitamine, danno un apporto di nutrienti con elevate proprietà in grado di svolgere un’azione protettiva sul cuore e sul cervello già durante la gravidanza, poi durante la giovinezza fino a tutta la vita degli adulti. 

L’olio EVO di alta qualità oltre ai principi nutritivi che contiene svolge anche un’azione di prevenzione rispetto a malattie oggi molto diffuse come l’obesità, il diabete, l’ipertensione e le malattie cardiovascolari. Abituare i bambini ad un’alimentazione genuina e sana significa proteggere la loro salute già da piccoli per evitare in futuro problematiche purtroppo molto diffuse.

Gli effetti benefici dell’olio Extra Vergine di Oliva sui bambini

L’olio extra vergine di oliva è un alimento che deve rientrare nella dieta di un bambino, anche molto piccolo, perché fonte di benessere per il suo sviluppo. Tra gli effetti riscontrati l’olio EVO contribuisce a determinare il peso del neonato dopo lo svezzamento perché contiene l’acido oleico, ed il suo impiego favorisce anche un controllo futuro sul suo peso di adulto. 

L’uso dell’olio di oliva permette lo sviluppo di alcune aree cerebrali, contrasta il danno ossidativo cerebrale e riduce i rischi di malattie allergiche e di asma nei bambini. La quantità minima consigliata dall’’Agenzia di Sicurezza Europea sul Cibo (EFSA) è pari a 20 gr al giorno per i bambini e fino a 50 gr per gli adulti. L’olio EVO deve essere di ottima qualità e biologico e contenere almeno 5 mg di idrossitirosolo. 

Addirittura l’olio extra vergine di oliva è fonte di benefici anche durante la gravidanza: il suo utilizzo contrasta la depressione post parto della mamma e ha effetti positivi sullo sviluppo del feto. Da recenti studi pare che il consumo di olio in gravidanza riduca il rischio di broncospasmo nel neonato. 

L’olio EVO di alta qualità è anche medicamentoso perché è un rimedio naturale contro diverse patologie viste le sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. E’ un alimento che grazie alle numerose caratteristiche nutrizionali può essere definito fitocomplesso. 

La scelta di un olio di oliva di qualità

L’olio EVO è l’unico olio che viene prodotto attraverso procedimenti meccanici e non con l’uso di sostanze chimiche. Un buon olio extra vergine di oliva non può essere eccessivamente economico e deve essere sia fruttato, che amaro e piccante al punto giusto. In genere l’acidità dell’olio deve essere molto bassa, inferiore a 0,8 gr per litro, come suggerisce la normativa europea.

Meglio scegliere un olio di produzione biologica ovvero dove la tipologia di coltivazione, le modalità di raccolta e la frangitura delle olive avviene seguendo criteri naturali e rispettosi dell’ambiente oppure un olio biologico estratto a freddo.

Come usare l’olio Extra Vergine di Oliva nell’alimentazione dei bambini

L’olio di oliva extra vergine è fondamentale per la crescita dei bambini già dalla prima infanzia. Fino ai 2 anni di età è preferibile utilizzarlo a crudo, aggiungendone un cucchiaio alle prime pappe e agli omogeneizzati. L’olio extra vergine di oliva è fonte di omega 3 e saprà apportare i nutrienti che l’organismo ha bisogno, specialmente nel periodo in cui ancora il piccolo non mangia pesce, altro cibo ricco di questa sostanza.

E’ un alimento che contiene come detto molti grassi e ha un alto valore energetico per cui va dosato seguendo i consigli del pediatra. 

Non va dimenticato che l’alimentazione dei primi due anni di vita è fondamentale per la salute futura e il benessere dell’organismo. Infatti alcuni antiossidanti vanno introdotti nella dieta già da bambini perché servono a combattere i radicali liberi, ridurre i livelli di colesterolo LDL e i livelli dei trigliceridi nonché abbassare la pressione arteriosa. 

La scelta di un olio extra vergine di qualità è un investimento sulla salute di tutta la famiglia, in special modo dei bambini, gli adulti di domani.